Raccolta delle stampe Adalberto Sartori

Iacomucci Carlo

Urbino 28 marzo 1949 Macerata
incisore pittore

È nato a Urbino nel 1949, opera a Macerata.

Nella sua città natale riceve la sua prima formazione artistica presso l’Istituto Nazionale d’Arte (Scuola del Libro) e quindi la sezione di pittura dell’Accademia di Belle Arti.

Partecipa al Corso Internazionale della Tecnica dell’Incisione Calcografica tenuto Urbino. Nel 1973 è chiamato ad insegnare Anatomia Disegnata presso l’Accademia di Belle Arti di Lecce. Dal 1974 al 1985 opera a Varese dove insegna Figura Disegnata presso il Liceo Artistico Statale e fa parte dell’Associazione Liberi Artisti della provincia di Varese. Nel 1977 la prima personale all’estero, in Argentina alla Societad Italiana Cultural “C. Colon” Quilmes, Buenos Aires. Nel 1983 la Rai Tre di Milano realizza un servizio sulla sua attività artistica, in particolar modo sulla tecnica dell’acquaforte e puntasecca. Dal 1985 è titolare della cattedra per l’insegnamento di Disegno dal Vero e di Educazione Visiva presso l’Istituto Statale d’Arte di Macerata. Nel 1993 riceve il Premio Internazionale San Valentino d’Oro per la sezione delle Arti Visive come “Messaggio d’Amore” a Terni. Partecipa alla Va Biennale “Aspetti dell’Incisione Oggi in Italia ‘95” a Villa Altan di Gaiarine.

Nel 1996 partecipa a “Il Libro d’Arte nelle Marche”, Artisti ed Editori a cura dell’Assessorato alla Cultura di Fermo e al Museo della Carta e della Filigrana di Fabriano. È invitato alla XIVa Edizione Premio Internazionale Biella per l’incisione ‘99’ e alla mostra “Es-pressioni” incise tra Arte e Tecnica, Collegio Raffaello, a cura dell’Assessorato alla Cultura di Urbino. Alcune sue incisione fanno parte della prestigiosa Civica Raccolta delle Stampe “A. Beratrelli” del Castello Sforzesco di Milano, del Musèe d’Art et d’Historie, Ville di Ginevra- del Repertorio degli Incisori Italiani Gabinetto delle stampe di Bagnacavallo, Gabinetto delle Stampe del Museo Civico del Comune di Cremona e della Raccolta delle Stampe Adalberto Sartori di Mantova, ecc. Nel 2000 viene pubblicato un libro d’arte sulle incisioni eseguite dal 1971 al 2000 dal titolo: “Un Nuovo e Sempre Antico Paesaggio dell’Anima” a cura di Floriano De Santi e antologia critica di Vittorio Sgarbi e Pietro Zampetti, edito dalla Fondazione “Il Pellicano Edizioni” ,Trasanni (PU). Nel 2001 è stato invitato al “2° World Festival of Art Paper “, Bled-Ljubljana in Slovenia. Nel 2002 è presente alla mostra di grafica contemporanea “Immagini Italiane a Bengasi” Palazzo del Consolato Generale d’Italia – Bengasi, Libia. È presente alla mostra “Il segno nel Tempo” Xilografia e Calcografia nella Marche a cura dell’Assessorato alla Cultura della Provincia e Regione Cartiera Papale di Ascoli Piceno e Museo Cittadino di Zaragoza-Spagna. Inoltre su invito è presente alla Terza Edizione del Premio “Leonardo Sciascia” Amateur d’Estampes, mostra itinerante; Valverde (CT), Roma, Firenze, Venezia, Parigi Fondation Taylor e nel 2003 Mostra conclusiva al Castello Sforzesco presso la Civica Raccolta delle Stampe di Milano. Nel 2003 mostra personale “Le Carte dell’Arte. The Papers of Art” presso la Giorgio’s Gallery - Guelph Ontario in Canada. Partecipa con un libro d’arte: “Grafia y Creatividad” presso la Facultad de Ciencias de la Educaciòn y Psicologia dell’Universitad Rivira i Virgil de Tarragona-Spagna. Sempre nel 2003 è invitato alla mostra internazionale itinerante sui libri d’artista “Arte e Cibo” a: Villadossola, Intra, Premeno, Verbania e Pallanza. In occasione della IX Edizione della Rassegna di Grafica “Omaggio a Luigi Bertolini” riceve dal Comune di Cupra Montana il riconoscimento come “incisore marchigiano distintosi per particolare qualità” e presenta una mostra personale presso il Palazzo Leoni a cura di Armando Ginesi e con un testo critico di Floriano De Santi. Dal 1993 fa parte degli artisti incisori censiti sul territorio nazionale a cura del Repertorio degli Incisori Italiani del Comune di Bagnacavallo. Nel 2005 è invitato alla “Terza Biennale dell’Incisione Italiana Contemporanea” a cura dell’Assessorato alla Cultura del Comune e della Provincia-Pinacoteca Dinamica di Campobasso, e alla 4a Rassegna Internazionale dell’Incisione di Piccolo Formato- “L’Arte e il Torchio” a cura dell’Assessorato alla Cultura del Comune e Provincia – Museo Civico di Cremona. Sempre nel 2005 realizza delle illustrazioni di vedute di Macerata al tempo di P. Matteo Ricci del 1500 per la mostra “Europa am Hofe der Ming” del Gesuita Maceratese allestita presso il Museum fur Ostasiatische Kunst Staatliche Museen di Berlino. Dal 1998 è inserito con un profilo biografico nell’Edizione Internazionale Who’s Who in Italy Edition. Recentemente è stato invitato alla Ia Biennale Internazionale d’Arte “Lotta alla Povertà nel Mondo” a cura della Fondazione Turca Contro lo Spreco e del Ministero della Cultura – Museo di Pittura e Scultura del ministero della Cultura di Ankara-Turchia. Nel 2006-07 vengono realizzati dei francobolli ripresi da alcune sue opere di cui 3 in Brasile e uno in Finlandia; e sempre nel 2006 per le edizioni dell’Associazione Culturale “La Fenice” di Senigallia, realizza un’edizione d’arte contenente un’acquaforte originale “La Scena Ideale” con testo critico del poeta Scarabicchi per la XXVI edizione del Premio Senigallaia di poesia “Spiaggia di Velluto”. Carlo Iacomucci ha realizzato diverse edizioni d’arte firmate e numerate a tiratura limitata e libri d’arte.

Bibliografia
1987
Carlo Iacomucci, testo di Valerio Volpini, catalogo mostra, Chiesa di S. Filippo, Città di Treia, dal 25 luglio al 9 agosto.
1991
Lucio Del Gobbo, “A quattro mani” Incisioni di Luciano Bongiovanni e Carlo Iacomucci, Mantova, Archivio, n. 6 giugno, Sartori Editore, p. 18.
1991
Maria Gabriella Savoia, Carlo Iacomucci: I fantasmi dell’umano, Mantova, Archivio, n. 7 settembre, Sartori Editore, p. 7.
2000
Carlo Iacomucci. Un nuovo e sempre antico “Paesaggio dell’anima”, Acqueforti, acquetinte e puntesecche dal 1971 al 2000, a cura di Floriano De Santi, monografia, Fondazione Il Pellicano edizioni.
2001
Eliana Montebello. Quasi la notte di un Tempo. Illustrazioni di Carlo Iacomucci. Urbino, QuattroVenti.
2003
Vinimmagine 2003. riconoscimento a Carlo Iacomucci, a cura di Armando Ginesi, Cupramontana.
2008
Il Vino Inciso. La vite, l’uva, il vino. Seconda raccolta, a cura di Arianna Sartori, Mantova, Centro Studi Sartori per la Grafica
2010
Un segno per 2 ruote. La bicicletta incisa. Prima raccolta, a cura di Arianna Sartori, Mantova, Centro Studi Sartori per la Grafica, ad vocem.
2013
Repertorio degli Incisori Italiani, VI edizione 2008-2013, a cura del Gabinetto Stampe Antiche e Moderne del Comune di Bagnacavallo, Edit Faenza, p. 75.
sipario
Iacomucci Carlo - Sipario 1999
Le sue opere nella nostra raccolta
Risultati trovati: 35
Ballata in si minore.
Iacomucci Carlo - 16
2001
Composto
Iacomucci Carlo - 5
2006
Fossili
Iacomucci Carlo - 34
1971
Girobici
Iacomucci Carlo
2009
Il paese dei balocchi
Iacomucci Carlo - 10
1993
Il paese dei sogni
Iacomucci Carlo - 35
1994
Il teatro dei sogni
Iacomucci Carlo - 36
1995
Il volo del sipario
Iacomucci Carlo - 7
2003
Il volo della corte
Iacomucci Carlo - 33
1989
Il volo della riviera
Iacomucci Carlo - 9
Innamorati con farfalla
Iacomucci Carlo - 32
1976
La radice dell’incerto
Iacomucci Carlo - 17
2001
Pesaro/Urbino - Compendio
Iacomucci Carlo - 23
2000
Quasi la notte di un tempo.
Iacomucci Carlo - 15
2001
Sacra scena
Iacomucci Carlo - 26
Sipario
Iacomucci Carlo - 12
1999
Soffice atelier
Iacomucci Carlo - 25
2019
Soppressione di volo
Iacomucci Carlo - 21
1991
Studio di fossili
Iacomucci Carlo - 11
1971
Tra amici
Iacomucci Carlo - 19
Un saggio confronto
Iacomucci Carlo - 24
2019
Varese - Sacro Monte
Iacomucci Carlo - 27
Varese - Sacro Monte
Iacomucci Carlo - 28
Ventosanatura
Iacomucci Carlo - 8
2001
Ventoso ricordo
Iacomucci Carlo - 20
Via col vento
Iacomucci Carlo - 30
Voloincontro
Iacomucci Carlo - 6
2005